Elon Musk e SpaceX: Anywhere on earth in under an hour

Elon Musk e SpaceX: Anywhere on earth in under an hour

E se ci dicessero che è possibile spostarsi da Roma a New York in 30 minuti?

Sembra impossibile e invece fa parte del nuovo progetto della SpaceX (Space Exploration Technologies Corporation), azienda aerospaziale statunitense costituita nel 2002 da Elon Musk, cofondatore di PayPal e Tesla. Gli obiettivi primari sono quelli di creare le tecnologie per ridurre i costi dell’accesso allo spazio e per ridurre i tempi di spostamento tra le varie città della Terra.

Il progetto

SpaceX si prepara a rivoluzionare il proprio parco mezzi composto già dal lanciatore Falcon9 e dalla capsula orbitale da trasporto Dragon con il BFR (chiamato informalmente Big Fucking Rocket), un nuovo veicolo spaziale che fonde alcuni elementi dei mezzi sopracitati. E’ composto da due stadi, un diametro di 9 metri, lunghezza totale di 106 metri e ben 31 motori Raptor che raggiungono una potenza ben 6 volte superiore a quella del Falcon9.
Senza entrare in ambito tecnico, la grande novità che ha contraddistinto l’impresa è stata la capacità di ridurre in modo drastico i costi di lancio grazie alla possibilità di riutilizzare una parte del lanciatore (razzo). Cosi Musk commentò la prima riuscita di riutilizzo del Falcon9 nel Marzo del 2017:

“Significa che ora puoi far volare e rivolare un lanciatore di classe orbitale, che è la parte più costosa del razzo: questa alla fine sarà una gigantesca rivoluzione per il volo spaziale”

Questo permette all’azienda di incrementare le proprie entrate al fine di finanziare più rapidamente lo sviluppo delle tecnologie da affiancare a BFR per procedere alla volta di Marte ma non solo; infatti il fine del BFR è anche quello di poter essere utilizzato per gli spostamenti tra le varie città della Terra. Il trasporto potrà avvenire tramite capsule lanciate in orbita con una capienza di 100 persone che atterreranno su piattaforme galleggianti in prossimità delle grandi città e grazie ad una velocità di circa 27.000 km/h sarà possibile percorrere grandi distanze in circa 30 minuti, tutto ad un costo accessibile a tutti. “Anywhere on Earth in under an hour” è lo slogan del video con cui l’impresa presenta la sua idea.

Le tratte

• Hong Kong – Singapore in 22 minuti
• Bangkok – Dubai in 27 minuti
• New York – Roma in 30 minuti

Ovviamente il progetto è ancora in fase embrionale e si dovrà aspettare anni prima di poterlo apprezzare in modo concreto, ma sicuramente tutto questo ci mostra dove le tecnologie e le innovazioni stanno portando la nostra società. Un servizio come questo rivoluzionerà fortemente il settore dei servizi di trasporto ma in generale le nostre vite e il nostro modo di vivere eliminando molti problemi legati allo spostamento e al suo “spreco” di tempo. Inizialmente sarà difficile convincere le persone a cambiare le proprie abitudini e le proprie certezze (immaginate di dire a vostra nonna che abita nella sua casetta a Pisa che per venire a trovarvi deve montare su un razzo), sarà sicuramente interessante dal punto di vista del marketing e della comunicazione vedere come l’impresa e il settore dei trasporti agiranno. Ci troviamo ad un bivio, le tecnologie si svilupperanno sempre di più e tutto quello che conosciamo cambierà, per questo è importante affiancare a questa rivoluzione il giusto linguaggio e la giusta mentalità.

Lorenzo Giovannetti

Articolo precedenteArticolo successivo

Iscriviti alla nostra Newsletter