Formula1: l’Halo della McLaren diventa un infradito

Halo McLaren pubblicita infradito
Foto di Artes Max from Spain - MCLAREN MCL-33 / Stoffel Vandoorne / McLaren F1 Team

Nella stagione di Formula1 appena iniziata, tra le tante novità tecnologiche e regolamentari introdotte ve n’è una che più delle atre ha fatto storcere il naso agli appassionati di motori: stiamo parlando dell’Halo, una struttura in titanio posta sopra la testa del pilota per incrementare la sicurezza dell’autovettura. Non si può non notare, infatti, che l’Halo stona nettamente con le linee pulite delle vetture e si discosta in modo spiccato dalla tradizione. È per questo motivo che, a più riprese, è stato paragonato ad una gigantesca infradito, di cui riprende la classica forma a ‘V’.

Non tutti i mali, però, vengono per nuocere: McLaren, storico marchio motoristico che per molte edizioni del campionato di Formula1 ha preso il via dalla griglia di partenza, ha saputo sfruttare al meglio questa novità regolamentare, non dal punto di vista dell’innovazione tecnologica, ma da quello del marketing. Tramite un accordo di sponsorizzazione con Gandys, azienda londinese di clothing produttrice, tra l’altro, di infradito, ha saputo valorizzare al meglio una parte della vettura che ai più non era gradita. Nello specifico la McLaren ha offerto a Gandys la possibilità di ‘marchiare’ l’Halo con il proprio brand, proprio come sulle flip flop di loro produzione. Le due monoposto inglesi, in questa maniera, ricordano in tutto e per tutto un enorme paio di infradito color senape. Una vendita di uno spazio pubblicitario particolarmente azzeccata, si direbbe, che ha già suscitato molto clamore e ha stuzzicato diverse reazioni sul web.

L’accordo commerciale tra McLaren e Gandys, però, non si limita solo a questo

Da questa intuizione pubblicitaria nasce un’iniziativa di co-branding: l’azienda di calzature, infatti, lancerà per quest’estate una linea di infradito ad edizione limitata che ricordano il design della MCL33, la vettura che correrà il campionato F1 2018. Un vantaggio per entrambe le imprese, quindi, che trarranno reciproci benefici sia in termini di visibilità dei loro brand che in termini di ritorno economico. Va però sottolineato, come ulteriore elemento distintivo di questa trattativa, che i proventi della sponsorizzazione che McLaren percepirà da Gandys saranno interamente devoluti in beneficenza alla fondazione Orphans for Orphans, realizzata dagli stessi creatori di Gandys in favore dei bambini più sfortunati ed ideata in seguito alla scomparsa dei loro stessi genitori a causa dello tsunami del 2004.

“Collaborare con Gandys a un prodotto in edizione limitata e con entrambi i marchi è un passo significativo anche per noi. Devolvendo tutti i proventi alla fondazione Orphans for Orphans, McLaren contribuisce a supportare una giusta causa” – John Allert, responsabile area marketing di McLaren

Quella delle due imprese è stata una notevole azione di marketing sotto diversi punti di vista, quello umanitario, quello economico e quello della costruzione di brand awareness. Saper sfruttare al meglio le opportunità che si prospettano è segno di una grande efficienza dell’area marketing e McLaren ha dimostrato di avere una marcia in più degli avversari, per restare in tema di motori.

Articolo precedenteArticolo successivo
mm
Sono un appassionato di fotografia, un viaggiatore, un amante della buona cucina, uno sportivo che non ha mai sfondato.
Seguimi: LinkedIn

Iscriviti alla nostra Newsletter