La creazione di fiducia online nell’ambito della Sharing Economy: il caso BlaBlaCar

Creare fiducia - BlaBlaCar

La Sharing Economy rappresenta un’arma vincente a fronte delle sfide imposte dalla crisi economica e consiste nella condivisione o riuso di un determinato prodotto o servizio. Tale sistema si basa sulla creazione di fiducia tra soggetti che mai sono entrati in contatto gli uni con gli altri. In mancanza di questa, tutto ciò che riguarda la Sharing Economy non avrebbe fondamento.

Ma come è possibile creare fiducia, elemento che presuppone una base di conoscenza o affinità nei confronti di qualcuno o qualcosa, in un mondo virtuale e intangibile?

Uno dei punti di forza che caratterizzano BlaBlaCar, prima e più grande azienda di Car Pooling su lunghe distanze, consiste nella sicurezza.

Per Car Pooling si intende quel servizio di trasporto di cortesia in cui un conducente mette a disposizione i posti vuoti della sua auto al fine di riempirla per condividere le spese di viaggio con passeggeri che hanno l’esigenza di effettuare la sua stessa tratta

Il contatto tra conducente e passeggero avviene attraverso la piattaforma online. La mancanza di un contatto face to face tra gli utenti potrebbe far incorrere pregiudizi nei confronti del servizio e della sua serietà. Per evitare che questo avvenga, la sicurezza in caso di Sharing Economy deve basarsi sulla creazione di fiducia online la quale si fonda, secondo BlaBlaCar, su 6 pilastri, indicati nell’acronimo DREAMS.

Ogni lettera indica un’informazione necessaria che rende più marcato e concreto il concetto di fiducia nei confronti di qualcuno che non conosciamo. Il Modello DREAMS (fonte: Student’s Kit, BlaBlaCar) è così composto:

  • Declared (Dichiarato): quando un utente si unisce alla piattaforma, dichiara informazioni personali quali nome, età, preferenze, scrive una breve biografia e utilizza una foto profilo del proprio volto approvata preventivamente da BlaBlaCar. Questo rappresenta il primo step che l’utente effettua al fine di infondere veridicità alla sua iscrizione alla community;
  • Rated (Valutato): ogni utente lascia un feedback affidabile e veritiero una volta effettuato il viaggio. Inoltre, in caso di feedback estremamente negativo, BlaBlaCar indaga prima della pubblicazione dello stesso, contattando le parti interessate, al fine di verificarne l’attendibilità;
  • Engaged (Coinvolto): il sistema di prenotazione online permette un maggior coinvolgimento e una maggior responsabilizzazione di ogni viaggiatore a causa del preventivo pagamento (a seguito dell’accettazione da parte del conducente) da parte di ciascun passeggero e il successivo rimborso del conducente a seguito della buona riuscita del servizio. I primi viaggi con BlaBlaCar prevedevano il pagamento in contanti al momento dell’incontro e questo ha causato molte problematiche in termini di affidamento verso la persona che aveva dato la sua parola a rispettare quanto pattuito telefonicamente. La detrazione preventiva del denaro, invece, assicura alle controparti l’effettivo svolgimento del viaggio;
  • Active (Attivo): il servizio permette agli utenti di comunicare in modo tempestivo e di capire quando una controparte è stata contattata l’ultima volta e la sua percentuale di attività e di risposta alle richieste inoltrate sulla piattaforma al fine di verificare la serietà dell’utente;
  • Moderated (Moderato): BlaBlaCar assicura che le informazioni pubblicate siano veritiere e corrette, verificando numero di telefono e indirizzo email dell’utente, prima dell’iscrizione alla community;
  • Social: ogni profilo utente può essere associato ai social network, verificando la presenza Online dell’utente e aumentando la fiducia degli altri partecipanti al viaggio. In tal modo è possibile visualizzare le foto dell’utente in questione, il numero delle sue amicizie e le attività della sua bacheca così da poter capire che trattasi di un profilo veritiero.

BlaBlaCar ha quindi fondato il suo successo sulla fiducia, elemento che la caratterizza e che le ha permesso, negli anni, di ottenere un bacino di utenza di più di 40 milioni di fruitori del servizio.

Articolo precedenteArticolo successivo
mm
Sono una studentessa del corso di laurea in Marketing e Ricerche di mercato dell’Università di Pisa. Sono una sportiva, appassionata di Bodybuilding: metto passione in tutto ciò che credo e mi impegno al massimo per raggiungere gli obiettivi prefissati. Un giorno vorrei lavorare come Brand/Product Manager per una grande azienda operante nel settore sportivo, alimentare o della cosmesi.
Seguimi: LinkedIn

Iscriviti alla nostra Newsletter