Terre di Pisa, il vino per rilanciare il territorio

Terre di Pisa

Da anni, ormai, sul territorio pisano sono state intraprese una serie di iniziative volte alla valorizzazione delle ricchezze storiche, artistiche, naturali e agroalimentari, con speciale attenzione verso i comuni dell’entroterra, così da sostenerne la competitività da un punto di vista turistico e commerciale. È in questo ambito che nasce il brand Terre di Pisa, un vero e proprio marchio che identifica le eccellenze locali e si propone di incrementare l’attrattività e la competitività dei 32 comuni che ne fanno parte, delle associazioni territoriali e di categoria, dei soggetti turistici.

Versare vino
Foto Lorenzo Morandi

Terre di Pisa non è solo un marchio turistico, ma si declina in una serie di iniziative concrete, come la realizzazione di una due-giorni dedicata ai vini toscani rivolta ai professionisti del settore per far conoscere la varietà e la qualità delle proposte enologiche del territorio pisano. Si è tenuto il 4 e 5 Giugno scorsi l’evento Terre del Vino, patrocinato della Camera di Commercio di Pisa. Seminari, degustazioni e visite alle cantine e ai vitigni sono stati il fulcro dell’iniziativa, in cui gli espositori hanno potuto mettere in mostra i loro prodotti, fatti di vino, di territorio e di accoglienza, ad un pubblico altamente selezionato, composto da sommelier, ristoratori, cultori del vino e stampa.

“Questo evento rappresenta un ulteriore tassello nel programma di promozione del prodotto turistico “Terre di Pisa” e vuole essere un’occasione concreta per tutte le aziende che, assieme alla Camera di Commercio di Pisa, stanno impegnandosi a promuovere a 360 gradi il nuovo brand. Un viaggio nel mondo del vino pisano che con iniziative come queste punta a farsi riconoscere e apprezzare in primo luogo da chi il vino lo conosce e lo utilizza nel proprio lavoro.” Valter Tamburini, Presidente della Camera di Commercio di Pisa

200 le etichette presenti alla manifestazione, con oltre quaranta espositori provenienti da tutta la provincia, per testimoniare una varietà territoriale molto ampia, che si riflette sulla composizione dell’offerta enologica: dai bianchi delle colline affacciate sul mare intorno a Volterra, ai rossi dell’entroterra sanminiatese, passando per il Sangiovese, filo conduttore dell’iniziativa. Un vitigno autoctono che è entrato a far parte del marchio Terre di Pisa, con la partecipazione di numerose aziende vinicole, che hanno aderito agli standard produttivi per la realizzazione del Sangiovese DOC Terre di Pisa. Vini locali, sì, ma anche molte infiltrazioni straniere, dai molto diffusi Merlot, Cabernet-Sauvignon e Syrah ai più rari Viognier e Petit Verdot, e nazionali, come il Teroldego o il Traminer.

Sangiovese DOC Terre di Pisa
Foto Lorenzo Morandi

Molto significativa la presenza di pubblico all’iniziativa, con una forte partecipazione di ristoratori ed esperti del settore, che hanno dato vita ad interessanti scambi di opinioni sulle produzioni e sulla valorizzazione dell’offerta. Molte le trattative che sono state portate avanti per future collaborazioni tra aziende nella brulicante sala predisposta dalla Camera di Commercio.

Evento vino a Pisa
Foto Lorenzo Morandi

Da segnalare sono sicuramente i due seminari che si sono tenuti durante l’evento, ‘La DOC Terre di Pisa’ e ‘Interpretazione di vitigni autoctoni nel territorio pisano’, volti ad una migliore conoscenza delle caratteristiche dei vini protagonisti della rassegna.

Calici vino rosso
Foto Lorenzo Morandi

Il vino come elemento di valorizzazione del territorio.

Terre di Pisa ha puntato su una delle sue produzioni più pregiate per dar visibilità al territorio, dando lustro alla grande qualità dell’offerta enogastronomica e fornendo ai produttori locali il giusto sostegno per farsi conoscere e per competere a livello toscano e nazionale. Il vino diviene una attrattiva anche a livello turistico e si integra con la ricchezza naturalistica, storica e artistica del comprensorio pisano, dando vita ad una offerta completa per ogni tipo di esigenza. Si sviluppa una sorta di Made in Pisa, un brand che punta ad essere conosciuto ed apprezzato, cercando di generare ricchezza lungo tutta la catena del valore.

Articolo precedenteArticolo successivo
mm
Sono un appassionato di fotografia, un viaggiatore, un amante della buona cucina, uno sportivo che non ha mai sfondato.
Seguimi: LinkedIn

Iscriviti alla nostra Newsletter